BADANTE


Assiste l’anziano, si prende cura sia della persona che della casa. Fornisce cure parainfermieristiche, colma quel vuoto materiale e spesso anche affettivo sperimentato dagli anziani.


ASSISTENTE DI BASE


Figura qualificata che cura in particolare l’igiene dell’ambiente e della persona, l’abbigliamento, l’alimentazione, il disbrigo di pratiche burocratiche, ovvero i momenti fondamentali della vita quotidiana. Nel suo rapporto con l’utente aiuta ad individuare i problemi e le possibili soluzioni al fine di promuoverne l’autonomia.

OSS


Figura qualificata con competenze tecniche e relazionali specifiche, che svolge la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario in servizi di tipo socioassistenziali e sociosanitari residenziali e non, in ospedale e a domicilio. Rileva i bisogni assistenziali, le risorse e le condizioni di rischio della persona da assistere, della sua famiglia e dell’ambiente in cui vive, cura l’igiene personale e l’espletamento delle funzioni primarie, si occupa della promozione e benessere psicologico e relazionale della persona attraverso attività ludico-ricreative. Questa figura professionale collabora insieme agli altri professionisti alla redazione di un piano individualizzato utile a porre gli obiettivi per migliorare il benessere psicofisico dell'assistito.

INFERMIERI E FIGURE SPECIALISTICHE


Professionisti della sfera sanitaria e medicale, laureati, iscritti all’albo professionale di riferimento. Podologo, Fisioterapista, Psicologo, Pedagogista. Gli stessi, dopo una accurata valutazione redigono un piano terapico per l'assistito.

EDUCATORI


Educare deriva dal verbo latino “educere”, tirar fuori o anche condurre: l’educatore è colui che aiuta le persone in via di sviluppo (di qualsiasi età e in qualsiasi condizione) a tirar fuori da sé, a far emergere e maturare le proprie capacità, guidandole verso la propria autonomia. Opera presso strutture socio-educative ed educativo-culturali extrascolastiche, rivolgendosi a persone o a gruppi di diversa età, sia in situazioni di disagio o a rischio di emarginazione sociale, sia in situazione di “normalità”, intervenendo con competenze e specificità proprie. L'educatore inoltre elabora progetti educativi insieme ad altre figure specialistiche.